ÿ# 摘å #}

“Il potere dei segreti”

13.05.2016 |
“Il potere dei segreti” di Marco Lillo, edito da Paper first. Oggi alle 18 la presentazione alla Libreria Feltrinelli di via Quattro Spade a Verona. Parteciperanno l’autore e Michele Bertucco. Per motivi di salute non potrà essere presente il direttore de ilfattoquotidiano.it Peter Gomez

SOCCORSO ALPINO

13.05.2016 |
Attorno alle 11.15 il 118 ha allertato il Soccorso alpino di Verona per una segnalazione ricevuta da alcuni operai. Impegnati nei lavori di uno chalet in località Cavallo di Novezza, infatti, avevano sentito delle grida provenire dal bosco. Preoccupati potesse trattarsi di qualcuno in difficoltà, non ricevendo risposta, avevano chiesto aiuto. Giunti sul posto, i soccorritori hanno avviato la ricerca assieme ai vigili del fuoco e alla Protezione civile, finché, in cima a un sentiero, una squadra ha incrociato un ragazzo con un cane. Il giovane, unica persona presente sul luogo, ha detto ai soccorritori che probabilmente avevano sentito i suoi richiami lanciati per far tornare il cane che era scappato. L'allarme è quindi cessato.

manette all'usll 20

13.05.2016 |
I tre dirigenti medici dell’Ulss 20 di Verona arrestati oggi dalla Guardia di Finanza di Verona sono Giovanni Serpelloni, 61 anni, Maurizio Gomma, (59) e Oliviero Bosco (58).

L’ordinanza di custodia cautelare è stata emessa dal Gip Luciano Gorra su richiesta del pubblico ministero Paolo Sachar. L’accusa è turbativa d’asta e tentata concussione. Altre tre persone sono indagate a piede libero per gli stessi reati.

Le indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica e condotte dai Finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria di Verona, hanno riguardato l’appalto gestionale utilizzati nei Sert in tutta Italia.

Secondo la ricostruzione degli investigatori, gli indagati avrebbero preteso, illegittimamente dalla società assegnataria dell’assistenza e manutenzione del software, prima una percentuale sulle somme incassate e successivamente, a nome dell’Ulss 20, ma all’insaputa della Direzione Generale, la domma di 100mila euro a titolo risarcitorio, minacciando la revoca dell’incarico.

Nel corso delle indagini, la successiva gara è risultata essere - secondo l’accusa - turbata e assegnata, con collusione e mezzi fraudolenti, a una società compiacente, i soci-amministratori risultano a loro volta indagati nel procedimento.

Le operazioni, condotte questa mattina, si sono concluse con l’esecuzione di alcune perquisizioni domiciliari.

Fra i tre arrestati, tutti ai domicliari, il dottor Giovanni Serpelloni, è molto noto per avere ricoperto l’incarico dal 2008 al 2014 di Capo Dipartimento Politiche Antidroga, alla Presidenza del Consiglio dei Ministri.

SPORT

11.05.2016 |
Verona, chiusa la Curva Sud per i buu razzisti a Cuadrado. L'Hellas preannuncia ricorso.
Il Chievo in carcere a Montorio, ieri amichevole contro i detenuti. Rinnovi di contratto, prolungano anche Seculin e Radovanovic.

incidente stradale

10.05.2016 |
I vigili del fuoco sono intervenuti questa mattina alle 7.25 di martedì per uno scontro frontale tra due autovetture  in via Campitelli a Roncà. I pompieri di Lonigo e Verona dopo aver messo in sicurezza i mezzi,   hanno estratto da una Audi a3 una donna 40 enne, rimasta bloccata all’interno della vettura, dopo lo scontro con una Fiat Sedici condotta da una signora  47 enne. I feriti sono stati presi in cura dal personale sanitario del 118: la quarantenne di Montechia di Crosara è stata elitrasportata all’ospedale di Borgo Trento a Verona, mentre l’altra ferita sempre dello stesso paese è stata portata in ambulanza a nosocomio di San Bonifacio. Al vaglio dei carabinieri la ricostruzione della dinamica del sinistro.

sport

10.05.2016 |
Il Carpi punge il Verona: "Faccia il suo dovere a Palermo". E Setti replica: "Non accetto lezioni di sportività, faremo il nostro dovere".
Chievo, obiettivo 52 punti. Maran verso la permanenza a Veronello

POLIZIA MUNICIPALE: SEQUESTRATA MERCE E MARCHI A VENDITORI IRREGOLARI

09.05.2016 |
La Polizia municipale ha fermato un venditore 26enne di nazionalità bengalese al quale sono stai sequestrati oltre cento oggetti tra braccialetti, collane, aste per selfie, batterie per cellulare, accendini, lucine led, occhiali da sole.
Il giovane è risultato un richiedente asilo attualmente ospitato nella struttura di Costagrande. Al venditore irregolare è stata contestata la violazione alle norme sul commercio, che oltre al sequestro delle merce posta in vendita prevede una sanzione di cinquemila euro.
Durante il servizio di contrasto del commercio abusivo in centro gli agenti della Polizia municipale hanno recuperato anche 11 ombrelli, 14 aste per selfie e del materiale contraffatto, poi sequestrato.
Si tratta di sette borse Michael Kors e oltre 200 placche che riproducevano i marchi di Prada, Michael Kors, Dolce e Gabbana e un tubetto di collante, da utilizzare per marchiare le borse poco prima di consegnarle al cliente.
“La commercializzazione di abbigliamento ed accessori falsificati, fenomeno debellato in città da almeno otto anni grazie a mesi di interventi, indagini e sequestri di merce e magazzini – spiega il Comandante della Polizia municipale Luigi Altamura - sembra forse tornare per una nuova fase. La Polizia municipale sta già monitorando le zone del centro, con l'ausilio degli impianti di videosorveglianza, per tenere sotto controllo il fenomeno con interventi mirati ed evitare fughe ed inseguimenti in centro.”

POLIZIA MUNICIPALE: SGOMBERATI BIVACCHI IRREGOLARI A SAN ZENO

09.05.2016 |
La Polizia municipale ha controllato ed eliminato due bivacchi irregolari in zona San Zeno, uno in circonvallazione Maroncelli e l'altro in via Lega Veronese.
Gli interventi sono stati effettuati venerdì e sabato mattina e in entrambi i casi si trattava di occupazioni irregolari dei volti del parco delle mura. In circonvallazione Maroncelli era stata anche posizionata una catena con lucchetto, per chiudere il cancello di metallo e proteggere ciò che era stato collocato all'interno.
Al momento del controllo erano presenti anche gli occupanti, quattro cittadini 40enni di nazionalità rumena che sono stati segnalati all'autorità giudiziaria per il reato di invasione ed occupazione abusiva.
Sul posto sono intervenuti i volontari di Legambiente e gli operatori di Amia, per ripulire la zona da coperte, materassi, teli ed altri oggetti.

SWEET ZONE

Ascolta il GR

Gol de ponta

Fuori gioco