La ventesima edizione di Divertiamoci a teatro prosegue lunedì 19 febbraio con Di male in seggio il nuovo spettacolo di “instant theatre” di e con Enrico Bertolino. Lo spettacolo è fuori abbonamento.

17.02.2018 Dopo Di’ che ti manda Picone, la rassegna Divertiamoci a teatro prosegue lunedì 19 febbraio al Nuovo con inizio alle 21.00 con Di male in seggio, il nuovo attesissimo spettacolo di “instant theatre” di e con Enrico Bertolino prodotto da ITC2000. Ne sono coaturi Luca Bottura e Massimo Navone con la regia dello stesso Navone. Di male in seggio è un monologo semiserio che prende lo spunto da alcune suggestioni fatte emergere da Zygmunt Bauman, il filosofo polacco teorico della società liquida scomparso nel 2017. Con ironia viene evidenziata l’assurdità dei nostri gesti quotidiani, a partire dalla “sindrome da smartphone” che non si sa bene se intendere come evoluzione o involuzione della società moderna.
Dopo il successo ottenuto nel 2016 in occasione delle elezioni amministrative di Milano e del successivo referendum costituzionale, Enrico Bertolino torna a cimentarsi con la formula dell’ “instant theatre”, format teatrale unico nel suo genere in cui narrazione, attualità, umorismo, storia, costume, cronaca, comicità, politica e satira s’incontrano sulle assi di un palcoscenico.

Teatro Astra. Venerdì 16 febbraio protagonista Gabriele Cirilli con #TaleEQualeAMe… Again

15.02.2018 Gabriele Cirilli - campione indiscusso del teatro italiano, amato dal pubblico che lo premia sempre con una folta presenza ad ogni spettacolo, torna sul palcoscenico con l’irresistibile #TaleEQualeAMe… AGAIN scritto con Maria De Luca, Carlo Negri per la regia Gabriele Guidi. Dopo il successo delle scorse stagioni, già protagonista di “Tale e Quale Show” il programma di Rai1 campione d’ascolti, condotto da Carlo Conti, il comico abruzzese sarà in scena a San Giovanni Lupatoto al Teatro Astra venerdì 16 febbraio alle 21. Gabriele Cirilli, con #TaleEQualeAMe… Again, aprirà il suo personale #hashtag al pubblico proprio nell'unico luogo dove riesce ad essere tale e quale a… se stesso: il palcoscenico. Cirilli ha avuto la fortuna, la determinazione e il privilegio di imparare il “mestiere”, con umiltà e determinazione, dai più grandi artisti del teatro e del cinema italiano. Inizia la sua formazione al Laboratorio di Esercitazioni Sceniche di Roma diretto da Gigi Proietti. Da qui tante collaborazioni in teatro, nel cinema e nella fiction tv, in qualità d’interprete non solo comico, accanto a grandi artisti; nomi prestigiosi, pietre miliari, come Flavio Bucci, Piera Degli Esposti, Lina Sastri, Michele Placido, Lino Banfi, Paolo Villaggio, Nino Manfredi, Alberto Sordi, ma anche tante giovani promesse. Scrive insieme ad autori storici come Vincenzo Cerami e ha avuto la fortuna di lavorare con il Premio Oscar Nicola Piovani.

IL 19 FEBBRAIO AL RISTORI LA VERONA BRAIN RESEARCH FOUNDATION CON GLI AMICI DELLA MUSICA PER LA RICERCA SULLE MALATTIE DEL CERVELLO

15.02.2018 Grande ritorno al Teatro Ristori, lunedì 19 febbraio alle 20.30, dell’oboista M° Diego Dini Ciacci con la pianista coreana M° Sim So Young, ospiti degli Amici della Musica e della Verona Brain Research Foundation (VBRF). Per il concerto numero 1393 organizzato e promosso dagli Amici della Musica di Verona, la più antica fra le associazioni concertistiche cittadine, il  Maestro Dini  Ciacci  con la  pianista coreana M° Sim So Young interpreteranno  alcuni tra i brani più celebri  degli ultimi tre secoli  composti per  oboe e pianoforte  dai maggiori rappresentanti del panorama musicale internazionale. Dalle 12 variazioni su tema di  Leone di
Sinigaglia alla sonata di Poulenc, passando per l’adagio dal Settimino di Beethoven interpretato seguendo la trascrizione per oboe e pianoforte di J.Bertain.  Sono molte le importanti collaborazioni degli  Amici della Musica  intessute nel corso degli anni,  in particolare con il Conservatorio di Verona, e spesso a favore di istituzioni della Provincia con scopi sociali.  In questo ambito rientra il concerto del 19 febbraio, organizzato in collaborazione con la Fondazione per la Ricerca sulle Malattie del Cervello, la Verona Brain Research Foundation, presente durante la serata con un corner dedicato alle informazioni e ai tesseramenti a sostegno della ricerca.

Sabato 17 febbraio alle 21, al Teatro Capitan Bovo di Isola della Scala, la Compagnia dell’Alba presenta “Tutti insieme appassionatamente”.

14.02.2018 Sabato 17 febbraio alle 21, al Teatro Capitan Bovo di Isola della Scala, la Compagnia dell’Alba presenta “Tutti insieme appassionatamente”.Si tratta di uno dei musical più amati e celebrati: la storia narrata è emozionante e intreccia i destini di una famiglia austriaca agli eventi del nazismo, celebrando i valori della lealtà e dell’amore; le musiche sono eleganti e irresistibili, le coreografie semplici, fantasiose ed efficaci.
Ogni elemento drammaturgico e musicale risulta essenziale. Un musical che gli interpreti, selezionati da Fabrizio Angelini, restituiranno con limpidezza nel canto e generosa autenticità nell’interpretazione. Se il regista e coreografo si riserva il personaggio dello zio-mecenate Max Detweiler, il ruolo della protagonista Maria andrà alla talentuosa Carolina Ciampoli, mentre il comandante von Trapp sarà Gabriele De Guglielmo. Il musical, scritto da Richard Rodgers (per le indimenticabili musiche) e Oscar Hammerstein II è ispirato a una storia vera. Lo spettacolo debuttò a Broadway nel 1959 con un successo che ne garantì 1.443 repliche, otto nomination ai Tony e 3 milioni di copie dell’album vendute.
L’esordio londinese del 1961 fu seguito da sei anni di repliche e la versione cinematografica del 1965 con Julie Andrews diventò un successo planetario, tanto che in alcune città il numero dei biglietti staccati al cinema superò il numero degli abitanti!

SFILATA DI CARNEVALE A SAN GIOVANNI SABATO 17 FEBBRAIO CON LE PIÙ BELLE MASCHERE VERONESI

13.02.2018 Sabato 17 febbraio  ci sarà l’immancabile sfilata carnevalesca per la gioia dei bambini, delle bambine e delle tante famiglie. La sfilata lupatotina ha ormai raggiunto una visibilità e una partecipazione eccezionale, seconda solo a Verona.
La maschera lupatotina del “Re del Goto” e la sua generosa corte saranno impegnati, come sempre fatto in questi anni, nel portare un sorriso, una nota di allegria all’interno delle scuole, degli asili e dei centri assistenziali del territorio lupatotino.

MASCHERATI DI NATURA: COLORI E FACCE DEL MARTEDI’ GRASSO ANIMALE

13.02.2018 C’è chi festeggia il Carnevale fino al termine del martedì grasso e chi invece non dismette mai il “travestimento”: dall’Oceania al Sudamerica, il mondo è pieno di musi naturalmente mascherati, che utilizzano colori sgargianti e forme varie non solo per attrarre l’altro sesso, ma anche per dimostrare una “salute di ferro” o per mimetizzarsi. Di certo, la maschera serve agli uni per distinguersi dagli altri individui della propria specie in una sorta di “carta d’identità” personale.
“Il lupo grigio è un animale principalmente notturno e i colori che usa per la propria maschera facciale sono il bianco, il nero, il grigio e il marrone”, spiega Caterina Spiezio, responsabile del settore ricerca e conservazione del Parco Natura Viva di Bussolengo. “E se i colori lo aiutano da a essere meno visibile proprio di notte - in quanto predatore - la forma individuale diventa necessaria non solo perché i membri del branco si riconoscano tra di loro, ma soprattutto perché questi riconoscano sempre il maschio Alpha, guida dell’intero branco”.
Dall’Europa all’Oceania i colori virano verso toni più tradizionalmente “carnevaleschi” e tra gli uccelli, è facile trovare toni sgargianti che circondano becco e occhi. Ma ce n’è uno tutto nero tranne dal collo in su, che sfoggia un rosso e un blu invidiabile, corredato di elmo e barbigli: “E’ il casuario - prosegue Spiezio - che usa l’elmo per aprirsi varchi nella foresta e i barbigli come dei pendagli, che si ingrandiscono e si accendono durante la stagione riproduttiva”.
E se in Sudamerica la maschera bianca è prerogativa del maschio della scimmia saki che deve farsi riconoscere dalla femmina dal lontano fitto della foresta, in Madagascar “Re Julien” la usa per dare maggior forza alle proprie espressioni. “La comunicazione dei lemuri catta utilizza anche le espressioni facciali: le mascherine di questi primati giocano con le sfumature del nero e aiutano a produrre un messaggio davvero inequivocabile”. Toni mattone invece in Asia: “Al rosso mattone del corpo, il panda rosso risponde con una maschera bianca ben riconoscibile, che consente ai piccoli di individuare e riconoscere sempre la propria mamma per poterla seguirla nella foresta”, conclude Caterina Spiezio.

Teatro Ristori. Omaggio a Charlie Chaplin con la proiezione La febbre dell'oro

13.02.2018 Venerdì 16 gennaio alle 20.30 al Teatro Ristori va in scena l'Omaggio a Charlie Chaplin con la proiezione del film "La febbre dell'oro" con l’esecuzione integrale dal vivo della colonna sonora originale restaurata da Timothy Brock. Musiche eseguite da I Virtuosi Italiani.

STING: 29 luglio in  Arena a Verona

12.02.2018 Dopo l’esibizione in qualità di superospite al Festival di Sanremo, il più eclettico dei cantautori, STING arriva in Italia con una straordinaria serie di concerti nelle location più intime e suggestive del nostro Paese.
Tra queste non poteva certo mancare l’Arena di Verona che ha già fatto da cornice a diversi live dell’immenso artista!
I biglietti per i concerti saranno disponibili in anteprima per il fan club ufficiale dell’artista a partire dalle ore 10.00 di martedì 13 febbraio (per 24 ore), mentre la messa in vendita generale partirà dalle ore 11.00 di mercoledì 14 febbraio su www.ticketmaster.it, www.ticketone.it e in tutti i punti vendita autorizzati.