La ventesima edizione di Divertiamoci a Teatro prosegue dal 6 al 9 marzo con Una delle ultime sere di Carnovale di Carlo Goldoni proposta da Fondazione Teatro Piemonte Europa. Regia di Beppe Navello

02.03.2018 Dopo il grande successo di Due con protagonista la coppia Raoul Bova - Chiara Francini, la rassegna Divertiamoci a teatro prosegue dal 6 al 9 marzo al Nuovo, con inizio alle 21.00, con una delle ultime sere di Carnovale di Carlo Goldoni proposta dalla Fondazione TPE (Teatro Piemonte Europa) con la regia di Beppe Navello.
Goldoni, nella premessa a questa sua fortunata commedia, dice di aver voluto raccontare una “metafora” autobiografica: in procinto di partire per la Francia, nel 1762, per sfuggire alle invidie e alle critiche che la sua riforma teatrale suscitava, pensò come propria la storia di Anzoletto, disegnatore di stoffe veneziano deciso a portare in Moscovia la sua creatività, anche lui disgustato dalle difficoltà di lavorare in patria.
Il tutto attraverso il dipanarsi di una sera di Carnevale, tra discorsi fatti di nulla, tra il balenare di umori umanamente riconoscibili, tra una partita a carte e una cena tra amici, tra i gesti, le risate e le malinconie attraverso le quali si compiono scelte decisive e irreversibili. La commedia è proposta nella vivace parlata veneziana di due secoli e mezzo fa, comprensibilissima da tutti e particolarmente coinvolgente nella sua irresistibile musicalità e nella sua valenza poetica.

Teatro Astra San Giovanni Lupatoto. Venerdì 2 marzo Cosi è se vi pare

01.03.2018 Continua anche questo venerdì 2 marzo la programmazione del Teatro Astra di San Giovanni Lupatoto. Il cartellone propone un grande testo classico della narrativa italiano con "Così è se vi pare" di Luigi Pirandello. A calcare il palcoscenico la compagnia Teatro Armathan diretta da Marco Cantieri.

Teatro Ristori. Venerdì 2 marzo in scena Angelo Di Genio con Road Movie

01.03.2018 Venerdì 2 marzo al Teatro Ristori protagonista la prosa con Road Movie di Godfrey Hamilton, su traduzione di Gian Maria Cervo per la regia di Sandro Mabellini. Si tratta di una produzione del Teatro dell’Elfo che vede come protagonista il talentuoso attore Angelo Di Genio. Un testo profondamente commovente che parla della paura dell’amore, della perdita e della morte, sentimenti spesso inscindibilmente legati. Scritto per la compagnia angloamericana Starvig Artist Theater, Road Movie ha vinto nel 1995 il Fringe First Award al festival di Edimburgo ed è stato rappresentato negli Stati Uniti e in molti paesi europei.
Nell’allestimento curato da Sandro Mabellini, Angelo Di Genio interpreta tutti i personaggi, dialogando in scena con un musicista.

Teatro Camploy. Lunedì 5 marzo "La bisbetica domata" per omaggiare le donne

01.03.2018 In occasione della Festa della Donna al Teatro Camploy lunedì 5 marzo alle 20.30 verrà presentato lo spettacolo "La bisbetica domata" di William Shakespeare per l'adattamento di andrea De Manincor. Una iniziativa voluta dalla Prima Circoscrizione che durante la serata conferirà il tradizionale riconoscimento "Una donna per Verona" a Anna Orazietti, per l'impegno e la dedizione nell'aiutare le famiglie e in particolare i bambini in difficoltà attraverso il Progetto Scaldacuore

Sold out al Teatro Salieri per Angelo Branduardi

28.02.2018 Sold out al Teatro Salieri, sabato 3 marzo ore 20.45, per l’ultimo appuntamento della rassegna Canzoni d’Italia con Angelo Branduardi che si esibirà assieme a Fabio Valdemarin alla chitarra e tromba. Un lungo viaggio attraverso il mondo della musica con i più grandi successi del cantautore. Novità di questa tappa veronese sono le sonorità arricchite dal'accompagnamento di diversi strumenti come il pianoforte, l'organo, le tastiere e la tromba di Fabio oltre che, naturalmente dalle chitarre e dal violino di Branduardi. Il tutto però restando fedele all'idea del “meno c’è, più c’è” presentando un concerto acustico, alla ricerca delle emozioni più profonde e della immediata comunicazione tra musicista e pubblico.

Divertiamoci a Teatro. Raul Bova e Francesca Francini fino al 2 marzo al Teatro Nuovo con Due

27.02.2018 Sono Raoul Bova e Chiara Francini gli irresistibili interpreti di Due, l’atteso spettacolo che sarà messo in scena al Teatro Nuovo alle 20.45, da martedì 27 febbraio al 2 marzo, nell’ambito della stagione Divertiamoci a Teatro. Amatissimo eroe di film e fiction lui, travolgente attrice, conduttrice e scrittrice lei, il duo sarà diretto per l’occasione da Luca Miniero, al suo debutto come regista di teatro, dopo i trionfi ottenuti per il grande schermo con vari film, tra cui “Benvenuti al sud”. Marco e Paola sono una coppia alle prese con la prova della convivenza: lui è intento a montare un letto matrimoniale, mentre lei fa domande sul loro futuro. Iniziano così a prendere coscienza della delicata scelta appena intrapresa, mentre emergono prepotentemente le diverse visioni maschile e femminile della vita, portando la coppia a fraintendere i reciproci passati. Da una scena vuota si arriva a un palco popolato da amici, genitori, figli, amanti di Marco e Paola, presenze ingombranti, interpretate dagli stessi due protagonisti e rappresentate fisicamente da cartonati, pronte a turbare la serenità della coppia. Perché non sempre ci accorgiamo che in due siamo molti di più: montare un letto con tutte queste persone intorno, anzi paure, non sarà mica una passeggiata.

Musica e scuola mercoledì 28 al Ristori

26.02.2018 Continuano gli appuntamenti al Teatro Ristori per la rassegna Musica e scuola. Questo mercoledì 28 febbraio, alle 20,30, Impressionismo. I colori della melodia. La musica cameristica tra fine ‘800 e inizio ‘900. Verranno eseguite le opere di Granados, De Falla, Albeniz, Debussy, Milhaud, Ravel e altri. In collaborazione con il Conservatorio “E. F. Dall’Abaco” di Verona

TEATRO RISTORI DOMENICA 25 FEBBRAIO

22.02.2018 Domenica 25 febbraio, alle ore 11.00, quarto e ultimo appuntamento de I Concerti Brunch, la nuova iniziativa concertistico-conviviale della Stagione 2017-2018 del Teatro Ristori di Verona, con la soprano Eleonora Buratto e il pianista Nazzareno Carusi.
Dopo l’ascolto di questo programma che coniuga la grande musica di Francesco Paolo Tosti con i versi di Gabriele D’Annunzio, si potranno gustare le specialità eno-gastronomiche proposte, ma sarà anche un’opportunità per condividere alcuni momenti con gli artisti, per socializzare, incontrarsi e confrontarsi.